Post

I RACCONTI DI CENTRAL PARK

Immagine
Mark è un giovane scrittore itinerante di New York, per sbarcare il lunario scrive delle storie inedite ai passanti che ne fanno richiesta. Con spontaneità e naturale passione, ogni mattina si reca in Central Park, e occupata la solita panchina, comincia a scrivere delle bellissime storie raccontate dai passanti occasionali. Ogni racconto è breve, al massimo due pagine. Il racconto è messo subito per iscritto grazie alla macchina per scrivere che Mark porta sempre con sé. Dopo aver terminato il testo, piega il foglio in due e lo consegna al passante con un gran sorriso, e questi, decide a sua volta se lasciare o no un’offerta. Il racconto è un dialogo tra lo scrittore e il passante, e Mark, volentieri lo aiuta a costruire la sua storia, facendo risaltare i sentimenti più nascosti.
Un’innocente bugia
“Sto cercando di essere sempre più fiduciosa in me stessa, anche se il mio ragazzo odia mia madre.” “Che cosa ti fa sentire più in colpa nella vita?” “Mentire sul mio disturbo alimentare e dir…

Breve storia del romanzo giallo

Immagine
Gli autori del genere poliziesco hanno sempre una storia da raccontare. Devono catturare e trattenere l’attenzione del lettore fin dalle prime pagine, quindi devono entrare rapidamente nel vivo del racconto destando curiosità e creando suspense.  Dal libro A qualcuno piace il giallo, di Giuseppe Ciccia https://www.amazon.it/dp/B07M9HHJML


Un flop letterario

Immagine
LO SCRITTORE IRRIVERENTE
https://www.amazon.it//dp/B01N4O9NC0
https://www.amazon.it//dp/1540886794
Dedicare qualche libro al proprio insuccesso, può essere salutare; non bisogna vergognarsi di qualche fallimento letterario. Sbagliando s’impara; bisogna avere una buona dose d’ironia e consapevolezza senza piangersi addosso, fino al punto di affezionarsi ai propri insuccessi. Dei successi ci si dimentica in fretta, mentre i passi falsi ce li portiamo dietro per anni, a volte per sempre.

Donna Leon, scrittrice di gialli

Immagine
Americana, 76 anni, scrittrice di best seller. Vive a Venezia da trentanni, “in incognito”, da venti sforna gialli di successo ogni anno. Un'unica imposizione al proprio editore: “Nessun libro deve essere distribuito in Italia.” Una sorta di lasciapassare... per una vita tranquilla. GIUSEPPECICCIA47.WIXSITE.COM/ilpiacerediscrivere

Nessuna eccezione a se stessi

Immagine
“Sono un professore di filosofia. Dico sempre ai miei studenti di non fare mai un'eccezione a se stessi. Alla gente piace fare eccezioni. Insegnano agli altri i codici morali, ma loro non sono disposti a seguirli. Ad esempio, le persone tendono a pensare che se mentono, è perché era assolutamente necessario. Ma se qualcun altro mente significa che sono disonesti. Quindi, non fare mai un'eccezione a te stesso. Se sei un ladro, non lamentarti di essere derubato.” Tratto da Il narratore di storie https://www.amazon.it/dp/B07DQQQQYW GIUSEPPECICCIA47.WIXSITE.COM/ilpiacerediscrivere

LO SCRITTORE IRRIVERENTE

Immagine
“L’irriverenza è un buon modo, a volte l’unico possibile, di affrontare i problemi fuori dagli schemi e con razionalità.” GIUSEPPECICCIA47.WIXSITE.COM/ilpiacerediscrivere

Su un punto siamo d’accordo: LEONARDO NON ANDRÀ AL LOUVRE.

Immagine
Eike Schmidt, direttore della Galleria degli Uffizi, fa sapere che le tre tavole di Leonardo da Vinci (Annunciazione, Adorazione dei Magi, Battesimo di Cristo dipinto a quattro mani con il suo maestro Verrocchio) non andranno a Parigi per la grande mostra che il Louvre dedicherà a settembre 2019 a Leonardo, in occasione del 500° anniversario della morte. Così commenta:” Sono opere su tavola fragilissime, molto più di una tela.” GIUSEPPECICCIA47.WIXSITE.COM/ilpiacerediscrivere