Passa ai contenuti principali

FIGLI CHE ODIANO I PADRI.


Le cronache riportate dai media su questo tema, ci inducono a ritenere che il comportamento di certi figli, sia una conseguenza della crisi familiare di oggi. Sappiamo però, che nel corso dei secoli, i diritti dei genitori erano inviolabili e assoluti: potevano picchiare, vendere e assassinare la prole. Ci sembra naturale che quest’atteggiamento a un certo punto sfociasse in ribellione...

Commenti

Post popolari in questo blog

UN MOMENTO MAGICO

“Ho chiesto a un passante accompagnato dalla figlia, se ricordava il momento in cui è stato più orgoglioso di lei. Allora cominciò a parlare con un forte accento giamaicano,” e disse: "Nel momento in cui ho assistito alla sua nascita. Quel momento è stato magico." “La ragazza, che fino a quel momento era stata tranquilla,” urlò al padre: “Papà, continua a raccontare!”


Tratto dal libro “Il narratore di storie” https://www.amazon.it/dp/1721155457

UN GRANDE CAPO

Tratto dal libro “Il narratore di storie” https://www.amazon.it/dp/1721155457
“Dopo aver terminato il primo turno in panetteria, inizio un altro turno a Starbucks. Lavoro novantacinque ore la settimana in due diversi posti di lavoro. Uno dei miei figli si è laureato a Yale e ho altri due bambini al college. E quando finisco il turno, devo andare anche al college a prenderli. Voglio essere un grande capo. Sono un capo al panificio in questo momento, ma solo un piccolo capo. Ecco il mio capo. Devo andare.”