lunedì 15 ottobre 2018

Leggo sempre a voce alta


Leggo sempre a voce alta
“La lettura ci mantiene in forma.”

Così afferma la scrittrice americana Anne Tyler. “La parte che ritengo più importante in un romanzo, sono i dialoghi tra i personaggi, questi li rileggo sempre a voce alta. Ho imparato a ripetere sempre quest’ultimo passaggio prima di considerare terminato il mio lavoro su un libro. Talvolta, il commento di un personaggio che sulla carta sembra assolutamente appropriato, suona diversamente quando lo leggo a voce alta.





domenica 14 ottobre 2018

UN LETTORE A CASO: Federico Fellini

“Nel Paese in cui tutti scrivono, io preferisco leggere.”

Quando Fellini andava in libreria, leggeva un po’ a caso. Dai libri cercava un aiuto e dei suggerimenti. Se il titolo o l’autore del libro lo attraeva, guardava il seguito, poi apriva una pagina e leggeva qualche riga, o l’ultima frase conclusiva. E se trovava una rispondenza con sé, allora lo comprava e lo leggeva a casa. Difficile che leggesse dall’inizio alla fine. Leggeva un po’ qua e un po’ la, integrando la lettura secondo le sue immaginazioni, cercando di vedere quanto quel libro gli era familiare.



IL DIVORZIATO


Tratto dal libro “Il narratore di storie.”

“Qual è stata la cosa che più di ogni altra non ti ha fatto ridere?”
“Quando ho ricevuto i documenti del divorzio. Quando ho divorziato, ho scritto un biglietto con tutte le cose che amavo di lei e glielo dato. Dopo averlo letto, è diventata molto emotiva e ha iniziato a piangere. Poi, tre giorni dopo, mi ha scritto un biglietto simile. L’ha scritto sul retro di un pezzo di carta riciclato, un annuncio pubblicitario o qualcosa del genere. Così l'ho chiamata,” e disse:
“Sapevo che stavi per chiedermelo. Se t’importa, non dovrebbe dispiacerti sapere su cosa è stato scritto.” Le risposi:
“Beh, penso che avresti dovuto scriverlo su un pezzo di carta pulito.”
“È difficile abituarsi. Ogni notte leggevo una storia a mio figlio prima di dormire, poi l’ho fatto solo una o due volte la settimana. È stato difficile smettere. Tutto è successo senza il mio consenso. Basta una sola persona per volere il divorzio. E quella persona non ero io. Quando ho presentato richiesta di divorzio, ha preso mio figlio e l’ha portato in una casa di accoglienza contro la violenza domestica. Quando una donna entra in un centro contro la violenza domestica, nessuno fa domande. Quindi, ha aggirato il sistema e ha rivolto la colpa contro di me. Ha ottenuto un ordine di protezione contro di me, perciò sono stato completamente isolato da mio figlio. Ha ricevuto assistenza legale gratuita. Alla fine, uno psicologo forense nominato dal tribunale ha stabilito che era tutto falso, e così ho avuto il riconoscimento di piena custodia su mio figlio. Sono stati i cinque mesi più infernali della mia vita. Tutti l’avevano creduto. La gente ha smesso di salutarmi per strada. Ora sono separato definitivamente con mia moglie.”



Buona domenica, oggi cucino io.


La Cucina Mediterranea: Antipasti, Primi E Secondi a Base Di Pesce 



venerdì 12 ottobre 2018

VIAGGIARE IN LIBERTÀ


Viaggiare in libertà... senza incontrare muri, ostacoli o barriere.
VIAGGIARE IN LIBERTÀ



Un nuovo romanzo ricco di colpi di scena


Quella notte sul treno



I PIACERI DELLA CUCINA


A Tavola!: Ricette Semplici E Gustose a Base Di Legumi

La cucina italiana riserva sempre delle piacevoli sorprese. Dalla zuppa più semplice allo sformato più raffinato, questi prodotti fanno parte della tradizione gastronomica italiana, sono i più comuni e siamo abituati a trovarli sempre sulle nostre tavole.



Leggo sempre a voce alta

Leggo sempre a voce alta “La lettura ci mantiene in forma.” https://www.amazon.it/s/&rh=n%3A411663031%2Ck%3Agiuseppe+ciccia Co...