martedì 13 novembre 2018

Per l’anniversario di Aleksandr Solženicyn.


 A quasi cent’anni dalla nascita (11 dicembre 1918), ricordiamo il grande scrittore russo, insignito del premio Nobel per la letteratura nel 1970. Odiato per le sue ideologie ed elogiato per il valore delle sue opere, fu condannato nel 1945 a otto anni di lavori correzionali nei gulag. Tra il 1958 e il 1968 scrisse il suo capolavoro letterario, Arcipelago Gulag, sul sistema dei campi di lavoro forzato, e pubblicato la prima volta nel 1973.




sabato 10 novembre 2018

#ioleggoperchè, donazioni oltre 123 mila libri.

Grande mobilitazione nelle librerie e nelle piazze italiane.

 La più grande maratona di solidarietà a favore delle biblioteche scolastiche, durante la campagna che si è svolta dal 20 al 28 ottobre scorsi nelle 2.130 librerie aderenti. Il testimone passa ora agli editori aderenti che contribuiranno con 100.000 libri da ripartire tra le scuole di tutti gli ordini e grado che ne avranno fatto richiesta entro il 15 novembre.

GIUSEPPECICCIA47.WIXSITE.COM/ilpiacerediscrivere




giovedì 8 novembre 2018

UNA QUESTIONE CHE CI INTERROGA


“Styx” è un film di grande interesse morale che uscirà tra pochi giorni nelle sale cinematografiche. È la storia di una donna che veleggia da sola nell'Oceano. È un medico, conosce il mare e la sua barca, tecnologicamente ben costruita. Dopo giorni di solitudine, scorge un barcone di migranti che chiede aiuto: può salvare quegli uomini e quelle donne? Solo uno si salva, raggiungendo a nuoto la barca della donna, e gli altri?




PARLARE CON I GATTI


“Storie umane”

Tratto dal libro Il narratore di storie.

“Sono amico dei gatti. Ne avevo uno, ma è scappato. Per farmelo amico, ho dovuto parlare molto con lui, anche se è stato molto difficile. Il più delle volte, ho fallito. Tutti pensano che sia un fanatico.”



martedì 6 novembre 2018

ANCHE IL PROGRESSO HA BISOGNO DI UNA COSCIENZA



 Oggi il progresso ci apre nuovi fronti etici. Big data, dark web, testamento biologico, Ogm... di fronte alla modernità siamo come bambini impauriti. E non possiamo nemmeno decidere in piena libertà, se le questioni su cui siamo chiamati a esprimerci, restano per noi incomprensibili.






IL PICCOLO MATEMATICO


“Storie umane”

Tratto dal libro Il narratore di storie.

“Vorrei essere un avvocato. Ma solo un avvocato difensore. Perché sono molto più bravo a difendere le persone che ad accusarle. Ma vorrei solo difendere le persone gentili. Inoltre, sono intelligente. Conosco tante cose di matematica. Chiedimi qualunque cosa di matematica.”
“Proviamo la moltiplicazione!”
 “Quanto fa cinque volte sedici?”
“Questo è facile per le mie capacità. Ottanta. Vuoi conoscere una strategia per moltiplicare i numeri a due cifre?”
“Sì.”



domenica 4 novembre 2018

LA CONVERSIONE


“Storie umane”

Tratto dal libro Il narratore di storie.
“È stato un periodo drammatico della mia vita. Ero diventato dipendente della droga. Mi sentivo come se fossi disintegrato come persona. Non sapevo chi fossi. Un giorno mi sentivo una persona, e il giorno dopo una persona diversa. Così, quando ero particolarmente demoralizzato, facevo una lunga camminata dalla 137esima strada alla 34esima. Sulla via del ritorno mi sono fermato in una chiesa, mi sono seduto lì per un lungo tempo, e ho trovato Dio.”



Per l’anniversario di Aleksandr Solženicyn.

  A quasi cent’anni dalla nascita (11 dicembre 1918), ricordiamo il grande scrittore russo, insignito del premio Nobel per la letteratura ...